CONVENTO DEI CAPPUCCINI DI MONTEROSSO E CHIESA DI S. FRANCESCO

Le origini del Convento risalgono agli inizi del XVII secolo. Chiuso durante il periodo napoleonico e poi riaperto nel 1816.

Poco tempo dopo i frati dovettero abbandonare nuovamente la struttura, che venne utilizzata anche come ospedale per gli operai, ammalati di colera, che lavoravano alla ferrovia Genova – La Spezia, aperta nel 1874.

I cappuccini vi ritornarono nel 1894. Attualmente si è trasformato in struttura di accoglienza.

Accanto al Convento si trova la Chiesa di S. Francesco, edificio semplice ad una sola navata.

Poco sotto il Convento, in posizione dominante rispetto al borgo e alla costa, venne innalzata nel 1962 la statua bronzea si San Francesco, realizzata da Silvio Monfrini.

L’ARTE NELLA CHIESA DI S. FRANCESCO

La Chiesa di San Francesco ospita tele di pregio fra le quali una Crocifissione tradizionalmente attribuita a Van Dick, ma il cui autore resta ancora anonimo e San Girolamo penitente del pittore Ligure Luca Cambiaso.

IL PRESEPE DI GRECCIO ALL’INTERNO DELLA CHIESA

Ottocento anni fa, nel 1223, San Francesco d’Assisi creava il primo presepe vivente nel piccolo paesino montano di Greccio nell’Italia Centrale in un territorio che gli ricordava la Palestina, con il desiderio di far capire anche alle persone più semplici l’evento misterioso della nascita di gesù.

Il presepe allestito all’interno della Chiesa di San Francesco in ricordo dell’ottocentesimo anniversario, ricrea l’ambiente della Valle come doveva essere allora: sullo sfondo la cornice imponente del Santuario francescano (convento dove si realizzò il primo presepe e dove ancora oggi se ne custodisce memoria) e ai suoi piedi il borgo di Greccio.

Dalle case scendono gli abitanti per recarsi al luogo dove nasce Gesù Bambino, così come avevano fatto i pastori a Betlemme.

Sulla destra San Francesco, accompagnato da un gruppo di frati di Assisi, dall’alto contempla e si rallegra per presepe vivente da lui creato che piano piano prende forma.

COME RAGGIUNGERE IL CONVENTO DEI CAPPUCCINI

Il Convento dei Cappuccini e l’annessa Chiesa di San Francesco sono raggiungibili soltanto a piedi da diversi punti del paese di Monterosso.

L’ascesa al Convento sembra riporta indietro nel tempo attraverso un percorso in salita, ma comunque non faticoso.

Man a mano che si sale si respira il profumo della macchia mediterranea e si gode sempre di più di una vista mozzafiato sul paese e sul mare aperto.

Dal borgo antico, il Convento si raggiunge attraverso una scala pedonale a gradoni chiamata “Zii dei Frati” (ossia Giri dei Frati) che sale lungo il Colle di San Cristoforo e passa davanti alla statua di San Francesco, qui si può godere di un meraviglioso panorama su tutte le Cinque Terre.

Il Convento è raggiungibile anche dalla Stazione Ferroviaria di Monterosso, uscendo a sinistra e salendo sul colle lungo la cosidetta “Passeggiata delle Agavi”.

Inoltre, è raggiungibile anche tramite la piccola piazza del cimitero grazie alla presenza di un sentiero.

GUARDA IL VIDEO PER VEDERE COME HO RAGGIUNTO IL CONVENTO DEI CAPPUCCINI

Se sei un’amante dei sentieri e del trekking e ti trovi a Monterosso, ti consiglio il sentiero Monterosso – Levanto.

Leave A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *