SENTIERO DA COGNE ALLE CASCATE DI LILLAZ

Abbiamo deciso di fare una passeggiata alle Cascate di Lillaz, sperando di trovare un po’ di fresco.

Da Courmayeur con un oretta di auto raggiungiamo il piccolo abitato di Cogne, dove lasciamo l’auto in prossimità di un parcheggio libero vicino al noleggio di biciclette elettriche e seguiamo le indicazioni per le Lilliaz.

Attraversiamo il borgo di Cogne a piedi, facendo di tanto in tanto una tappa nei piccoli negozi di souvenir presenti in paese.

Da qui, seguiamo le indicazioni per Lillaz, imboccando un sentiero della lunghezza di circa 3 km che si addentra subito in un bosco di larici e abeti rossi.

Dopo poco sarà possibile scegliere scendere fino al greto del torrente, per approfittare delle acque fresche e bagnarsi un po ‘oppure anche per una pausa rilassante nell’ampio prato verde accompagnati dal rumore dello scorrere delle acque.

Questa tratta è facilmente percorribile anche con passeggini leggeri, il dislivello è davvero minimo ed è adatto davvero a tutti.

Giunti a Lillaz, attraversiamo, il borgo a piedi e tenendo la sinistra, appena dopo La Maison du Fromage, troviamo le indicazioni per la cascata.

Entriamo nel parco geolitologico dove sono state catalogati dei campioni di roccia raccolti nella Valle di Cogne.

Costeggiamo il torrente Urtier che da origine alle cascate.



Proseguiamo dritti, fino alle prime cascate, questa volta noi eravamo attrezzati con zainetto porta-enfant – noleggiato da 4810 – ma questa prima è facilmente accessibile anche a carrozzine e passeggini.

Avendole visitate in piena stagione estiva, le cascate erano molto frequentate, infatti bisogna portar pazienza soprattutto se si incontrano persone con poca esperienza.

Probabilmente, se posso permettermi di dare un consiglio.. vi consiglio se alloggiate a Cogne di visitarle subito di prima mattina.

Io essendo l’orario di pranzo ed avendo la bimba che e praticamente un orologino svizzero, ho fatto un po’ toccata e fuga, non soffermandomi più di tanto.. se no per scattare qualche foto.

Ho continuato a salire proseguendo per un Sentiero che attraversa il bosco, vi invito ad usare scarpe da trekking perché ci sono un paio di punti dove la roccia risulta bagnata e quindi un po’ scivolosa e altri punti un po’ più ripidi ed impegnativi.

Questo sentierino conduce ad un ponticello di legno che è facilmente instagrammabile.

Da qui si apprezza lo splendore del terzo grosso salto.

Siamo a 1.745 metri circa, il punto più alto della camminata.

Continuiamo in salita seguendo le indicazioni per le Cascate Biolet costeggiando una simpatica casa sull’albero.

Dopodiché torniamo sulle nostre orme fino al ponticello di legno che sovrasta le cascate.

Qui, potete scegliere se rientrare seguendo lo stesso percorso dell’andata oppure optare per un sentiero ad anello (segnavia numero 13) che si snoda nel bosco.

Se desiderate leggere altri consigli e articoli su percorsi in Valle d’Aosta, cliccate QUI.


Leave A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *